Singhiozzo del feto

Liste In: Neugeborene Datum: mercoledì, luglio 21 2021

Singhiozzo del feto

Ma è normale che i bambini abbiano il singhiozzo anche quando sono nella pancia?
La risposta è sì, il singhiozzo del bambino quando si trova nella tua pancia è un fenomeno del tutto normale. Se senti il tuo piccolo singhiozzare quindi non ti preoccupare, in realtà questo fenomeno è avvertibile e visibile anche con un’ecografia e inizia in quel periodo alla fine del primo trimestre .

I singhiozzi del bambino nell’utero sono dei leggeri movimenti, non sempre sono facili da sentire e possono persino essere confusi con i calci. Non c’è una giusta regola, possono essere più o meno numerosi: in ogni caso non dovresti assolutamente preoccuparti.

I bambini singhiozzino nell’utero ma anche se sono stati condotti diversi studi scientifici ginecologici e ostetrici ancora non si è arrivati all’elaborazione di una spiegazione pragmatica circa il motivo. Probabilmente i bambini singhiozzano perché hanno bisogno di equilibrare la pressione e quindi anche la quantità di liquido amniotico.

Che cosa è il singhiozzo del feto

Durante la crescita nella tua pancia, il bambino cresce a ritmi incredibili: si tratta del meraviglioso miracolo della vita e ogni step che affronta il piccolo è un piccolo passo verso la sua vita nel mondo reale. Solitamente una mamma inizia a percepire i movimenti del bambino in pancia verso la diciottesima settimana di dolce attesa. Questi movimenti, tra calcetti e semplici spostamenti nella sacca amniotica possono spesso essere scambiati per singhiozzi.
Ti consigliamo comunque di fare molta attenzione a tutto quello che succede in pancia, e ti assicuriamo che sarà comunque bellissimo farlo come un’emozione che non dimenticherai per il resto della tua vita, perché questo ti consente anche di capire se il bambino sta bene e se sta crescendo nel tuo pancino proprio come dovrebbe fare. In ogni caso non devi mai preoccuparti perché ogni bambino ha un suo percorso specifico di crescita e sviluppo dentro di te e quindi prima di spaventarti per troppi o troppo pochi movimenti tra calci e singhiozzi vari è sempre bene sentire il tuo medico.

Se il tuo ginecologo è d’accordo potresti dedicarti ad una leggera attività fisica in modo da avere delle energie in più e quindi gestire la gravidanza e i movimenti del bambino in modo migliore.

Cause del singhiozzo nella pancia in gravidanza
Se vuoi capire se il bambino sta singhiozzando o sta scalciando ti consigliamo di muoverti. Infatti spesso può succedere che il piccolo si muova se si sente a disagio in una posizione per lui scomoda o anche se avverte una sensazione strana quando mangi qualcosa di troppo freddo o troppo caldo in base anche all’escursione termica con la temperatura esterna. Il piccolo si muove infatti quando si sente a disagio e nel momento in cui sparisce questa situazione per lui fastidiosa smette anche di muoversi.

I movimenti avvengono non solo in un punto della pancia ma anche in varie aree del tuo addome sia nella parte alta che in quella più bassa.

Quando invece ti siedi e non ti muovi, ti trovi in uno stato di rilassatezza che non ti dà modo di pensare ad un probabile disagio o fastidio del piccolo e avverti una sorta di pulsazione ritmica da una sola zona della tua pancia, allora probabilmente si tratta del singhiozzo prenatale.Questo è un riflesso assolutamente normale e persiste anche cambiando posizione.Ti consigliamo comunque di contattare il ginecologo se questo fenomeno naturale avviene troppo spesso durante le giornate della tua gravidanza. Potrebbe infatti essere il sintomo di qualcosa di serio come ad esempio il cosiddetto prolasso del cordone ombelicale, che avviene nel momento in cui l’apporto di sangue e ossigeno subisce un rallentamento e quindi porta a problematiche anche potenzialmente pericolose. Questo può succedere soprattutto alla fine della tua gravidanza o persino nei momenti delicati del travaglio e del parto.
Tutto questo può portare a vere e proprie complicazioni conseguenti a questi problemi del cavo tra cui situazione anche spiacevoli come in particolare:
• cambiamenti importanti della frequenza cardiaca del bambino

• Abbassamenti eccessivi o aumenti non opportuni della pressione sanguigna del bambino

• accumulo pericoloso dei livelli CO2 nel sangue del piccolo nella tua pancia
• danni cerebrali gravi ma che puoi facilmente prevenire in tempo

• morte prenatale

• In caso di situazioni più gravi, quali maltrattamento o abuso psicologico è opportuno rivolgersi ad un esperto per richiedere un supporto non solo per il bambino ma anche per i genitori qualora fosse possibile per questi ultimi. Per manifestazioni somatiche, una volta avuta la diagnosi dal pediatra, si potrebbe integrare l’approfondimento con almeno un visita psicologica per aver un quadro più ampio del sintomo manifestato.
Come prevenire lo stress infantile
Quando si parla di prevenzione ci si riferisce a tre livelli di intervento:
• primario (prima che il sintomo o la situazione si verifichi)

Ebbene, quando parliamo di bambini e di condizioni stressanti è difficile poter valutare a priori che tipo di risposta comportamentale ne seguirà, ma è possibile capire quanto possa 'sopportare' o rispondere adeguatamente in base alle sue caratteristiche di personalità.Bambini più sensibili o timidi o ritrosi o introversi saranno maggiormente in difficoltà se sottoposti a pressioni esagerate ma si potrebbe ottenere un buon riscontro se non forzato e adeguatamente rinforzato sul piano dell'autostima. Quest'ultima è particolarmente importante poiché il giudizio degli adulti per un individuo in età evolutiva è rilevante e riuscire a soddisfare le richieste è per loro indice di riconoscimento. Al contrario, bambini più vivaci, sicuri di sé e estroversi hanno meno difficoltà in condizioni di stress ma sempre se la situazione non richiede una prestazione al di sopra delle loro capacità.

Secondo figlio: Qual è l'età giusta per un fratellino?

Verwandt mit Tag

Come insegnare l' ordine ai bambini: consigli.

Vor- und Nachname
Newsletters empfangen
  • Ein Konto erstellen

Sie können nicht einsteigen!